giovedì 27 ottobre 2011

Il mio cuore è un'insalata

Primo esperimento di post dedicato al benessere psicofisico del lettore: osservate attentamente le prossime immagini di serenità e immedesimatevi nella lucente e rigogliosa insalata autunnale...








Buona serata!

4 commenti:

  1. Buongiorno Marta, felice di conoscerti! Per prima cosa mi sono subito iscritta tra i tuoi followers, e vedrò quanto prima di fare anche un link; la ragione è una e semplice: mi è sempre stato difficile, almeno con i blog oitaliani, riuscire a travare delle persone REALI che coltivano un ORTO o un piccolo quadrato di terra REALE! Mi spiego meglio: di siti che trattano l'argomento ce ne sono veramente tanti e sono anche moooolto bellii,ci mancherebbe, però sanno anche di artefatto. come ha detto bene una blogger di cui non ricordo il nome purtroppo, l'orto è bello, si, ma costa anche fatica! Le foto del raccolto sono molto scenografiche, si, ma i prodotti vanno concimati, zappati, nutriti etccc....i miei stivali di gomma "erano carini" quando li ho comprati, adesso sono sempre, ovviamente sporchi di terra! Quindi capisci che, trovare una persona che coltiva davvero e pubblica le foto, è quasi raro! Ormai mi ero abituata a leggere i titoli dei post in svedese!
    Domanda: come fai a fare crescere queste belle insalatine così? Io sono costretta a piantare soltanto radicchio o catalogna, perchè lumache e limacce mangiano tutto; è il motivo per cui nel giardino non ho ancora messo una pianta di Hosta! Oppure devo disseminare tutto di cenere, perchè di prodotti chimici non se ne parla nemmeno; che senso avrebbe altrimenti fare l'orto? ....ops...non so se la pensi come me...
    Vabbhè, sono stata logorroica, per oggi basta, a presto Francesca

    RispondiElimina
  2. Marta nell'orto10 novembre 2011 14:59

    Cara Francesca, io invece ammiro chi ha un blog ben avviato e seguito ma trova cmq il tempo di leggere i miei modestissimi post. Hai colto nel segno: quest'estate mi sono lamentata di programmi televisivi e altri celebratissimi blog che parlano di piante da interni come se fossero oggetti senza esigenze, o di orto senza sapere che le foglie del pomodoro sono profumate. La vita del vero giardiniere è altra! In quanto all'insalata, hai esposto un problema vecchio come il mondo, ma che mette un discrimine tra chi vuole fare un giardinaggio cosciente e chi no. La mia filosofia in merito è: mettitela da parte, una percentuale del raccolto deve essere degli insetti. Puoi piantare qualche cuoricino in più del necessario, prevedendo di perderlo, o "distrarre" le lumache verso altre direzioni con la classica birra, ma la lumaca ci insegna la sana competizione con la Natura che l'essere umano vorrebbe eliminare! To' sono filosofa. (P.s.: se ti lamenti delle lumache, da me ci sono gli insetti sotterranei che si mangiano le radici e fanno appassire la pianta...).

    RispondiElimina
  3. Ciao Marta,io ho deciso che non voglio più uccidere nessun animale,nemmeno una lumacha.Ho letto da qualche parte che fanno una morte atroce con la cenere.So che in tante situazioni non è possibile,ma io nel piccolo voglio fare cosi....Ho tante piante e ultimamente ho fatto una striscia di terra rialzata per fare un orticello..Bellissimi i tuoi cuori verdi!!!

    RispondiElimina
  4. Cara Harma,sarebbe bello se tutti avessero la tua sensibilità. Buon anno e buon orticello!

    RispondiElimina

A causa di troppi messaggi spam, ho dovuto impedire i commenti di anonimi.